domenica 15 luglio 2007

Riflessioni di una mente pericolosa

E' un luogo comune, ma il proverbio "Il male voluto non è mai troppo" non mi è mai sembrato così vero.
Già da un po ci penso, e credo che di tutti i problemi che mi lasciano insonne in questo periodo siano delle assurde seghe mentali che nascono spontanee nella mia "mente pericolosa".
E' vero, ogni tanto mi fisso su delle cose inutili; spesso mi sfondo la testa per capire stupidate tanto ovvie che probabilmente anche un pollo amadori 10+ ci arriverebbe alla prima, ma da un po di tempo è diventata abitudine e sembro veramente un ritardato!
Esaminando la situazione "per intervalla insaniae", l'unica spiegazione che mi do è che l'estate mi scateni il lato emozionale più puro togliendo ogni spazio alla logica e alla ragione...mah!
E' chiaro che chi, come me, si perde nella tormenta di schiaffi psicologici (e non sono pochi!) non vive bene e non si gode nulla, per cui non riuscendo per adesso a contrastare gli eventi spero solo che il periodo finisca alla svelta e si possa passare dall'encefalogramma piatto ad un'attività celebrale, seppur minima...:-)
A Presto!!!