mercoledì 27 aprile 2011

In generale la giustizia è uguale per tutti, perché è utile nei rapporti sociali; ma in casi particolari, e a seconda dei luoghi e delle condizioni, risulta che la stessa cosa non è giusta per tutti. (Epicuro)

Di nuovo in movimento, di nuovo sui vostri schermi.
Ne sentivo la mancanza, sul serio. Dato che il piccolo esperimento con l’amico Alessio non è andato in porto, mi sono un pò scoraggiato e ho trascurato questa parte di me stesso che siete voi, e mi sono tirato dietro le solite scuse del caso, i soliti cliché(nonhotempociòddaffareoramegliodinomagaridomanisemmaistaseradopocenaofforseno). Ma ringraziando il cielo oggi non ho dimenticato il volto di mio padre (approfondite in caso non sapeste di che parlo) e torno, pistole in mano a farmi-farvi domande.
Mi è capitato nella settimana appena passata di parlare di giustizia (anche se solo tangenzialmente) e devo dire di essere rimasto allibito: ultimamente sono sempre più frequenti gli estremismi in questo campo.