venerdì 18 gennaio 2008

Requiem di un Capodanno - Parte prima

Ohi, come va? Ci si sente finalmente eh? Siamo oramai tornati alla normalità, passate le pantagrueliche feste di fine anno, e si torna a studiacchiare con la pancia e il borsello più rotondini ma con tanta voglia di studiare in meno...e un pò di amarezza. Eh si, perchè quest'anno, cari compagni vicini e lontani, è venuto meno un'elemento essenziale per completare l'anno in bellezza: il mega-party di capodanno.
Ma andiamo per ordine:
"Tutto andava per il meglio, avevamo trovato l'idea pochi giorni prima del 31, ci eravamo decisi per Rimini" afferma il nostro anonimo intervistato in lacrime uno dei 9 testimoni oculari del delitto "ed avevamo trovato sia l'albergo a circa 600 mt dalla Baia Imperiale (nota discoteca N.d.r.) che un bellissimo pulmino 9 posti adatto alla comitiva"
Il testimone descrive come siano partiti garruli e gioiosi i 9 partecipanti da Soci la mattina del 31 dicembre 2007, e come fossero tutti e 9 contenti del programma. Ci racconta della loro iniziale sosta a Bagno di Romagna per degli snack, il malumore di un componente del gruppo (tale Mario Arcani) per la sospetta mancanza di suppellettili da bagno...ma fin qui tutto scorre liscio.
Ci parla dell'arrivo all'albergo, il quale era in una buona posizione; del giretto in viale ceccarini, dei frizzi e lazzi tra i membri della comitiva (l'unico, dice l'anonimo, a non scherzare con gli altri, era un certo L. Sereni taciturno e quasi invisibile) e dell'ennesimo spuntino.
"Torniamo in albergo e aspettiamo le 9, eravamo carichi e dopo una bella doccetta siamo partiti alla volta del ristorante...il Porto Santo!"aggiunge l'anonimo. "Eravamo bellissimi, camice, pantaloni, giacche, seta, pizzi, piastre, permanenti e via dicendo. Siamo scesi dopo la foto di rito e siamo andati a cena..."

A seguire la seconda puntata!

Nessun commento:

Posta un commento